+39 0550 – 620568
Disponibile
24 ore su 24
TUI DE

68 Champs-Élysées: connubio di bellezza e gastronomia

Sono più di cent'anni che la Maison Guerlain ha sede sugli Champs-Elysées a Parigi e ancora oggi rimane un luogo di culto per gli amanti della bellezza.
Il marchio Guerlain è nato nel 1828, quando Pierre-Francois Pascal ha deciso di mettersi in proprio dopo essere stato rifiutato da un centro commerciale. Si avvalse dei migliori architetti e progettisti dell'epoca, che lo aiutarono a creare strutture uniche nelle zone migliori: Rue de la Paix, Place Vendôme, gli Champs-Elysées… tutti sotto lo stesso concept di ‘boutique Guerlain’, il cui stile si è mantenuto saldo sin da allora. Ciascuna di esse è stata creata per offrire un'esperienza che si trasforma in un'immersione nell'universo di Guerlain grazie a un'attenta accoglienza, a un design elegante, a materiali delicati e a dettagli d'altri tempi. Uno scenario che invita a sentirsi a proprio agio, ad annusare, curiosare, rilassarsi e lasciarsi conquistare e sorprendere.
I Guerlain si sono sempre distinti per la loro passione per l'arte e hanno da sempre collaborato con gli artisti più all'avanguardia dell'epoca alla ricerca di una cultura integrale della bellezza. Per loro ogni prodotto e ogni negozio rappresentano un'opportunità per soddisfare il senso del piacere in modo da trascendere la mera esigenza e funzionalità. Flaconi e astucci che contengono le eccezionali formule sono creati da grandi designer. Ma la firma fa ricorso anche a illustratori famosi per la loro creatività grafica e ad architetti per i loro spazi, dilettandosi nelle creazioni più audaci. I nomi di Baccarat e Pochet sono uniti ai loro profumi come quelli dei profumieri, attualmente capeggiati da Thierry Wasser.
Nel 2013 la Maison ha affidato all'architetto nordamericano Peter Marino l'incarico di ristrutturare la boutique del civico 68 degli Champs-Elysées. Marino ha creato un museo dedicato alla Casa Guerlain, il cui concept di bellezza abbraccia cosmetica, profumi e persino la gastronomia. Ed essendo a Parigi, non poteva essere diversamente. Lo spazio è stato raddoppiato rispetto alla boutique storica, ma sono stati mantenuti gli elementi Art Nouveau degli interni e gli arredi inseriti nell'ultimo secolo nell'edificio progettato da Charles Mewès, architetto anche dell'Hotel Ritz.
La nuova boutique, inaugurata nel 2014, sfoggia grande lusso sin dall'ingresso. Rivestita di marmo bianco, si apre su un atrio luminoso sul quale galleggia una composizione di api, uno dei simboli del marchio dal 1853, disegnato da Gérard Cholot. I profumi dominano la stanza principale, unita alla parte storica, nella quale spiccano la scultura del sole dorato, tratto distintivo e immagine del marchio, quattro lampadari di cristallo di Baccarat che ricordano i flaconi delle fragranze più mitiche di Guerlain e un soffitto di metallo levigato che riproduce il movimento delle onde.
La sala esclusivamente dedicata ai profumi è accompagnata da un'altra stanza, decorata con specchi, nella quale si rende omaggio al mondo del maquillage e grandi occhi di vetro sembrano seguirvi in tutta la stanza. C'è inoltre uno spazio situato al piano terra dedicato alle creazioni esclusive, che riuniscono oggetti regalo o da collezione quali libri, cartoline, candele e il profumo omaggio alla boutique L’Eau de Parfum del 68. Da non perdere è la ‘galleria degli specchi’, quasi degna di Versailles, nella quale sono in mostra pezzi del patrimonio artistico di Guerlain e si possono ammirare altri marchi della casa, godere di un trattamento personalizzato e creare la propria fragranza.
La ‘flagship store’ di Guerlain a Parigi è diventata uno studio di curiosità che cerca di catturare l'attenzione con le sue creazioni sempre più audaci: guanti profumati e fazzoletti di seta; Les Délices du 68, un'esclusiva gamma di tè e miele e alcune riedizioni delle creazioni mitiche come la polvere ‘Ladies in all Climates’ o l'edizione del collezionista del rossetto ‘Rouge G # 68’.

Le 68 Guy Martin

La Boutique Guerlain degli Champs-Elysées non ha senso senza Le 68, il ristorante dall'esclusivo menù degustazione ideato da Guy Martin, chef insignito con una stella Michelin, assieme a Thierry Wasser, naso fondamentale dell'azienda. I piatti creati dallo chef del ristorante Le Grand Véfour si ispirano alle varie fragranze del marchio. Gelsomino, bergamotto o vaniglia sono soltanto alcune delle fragranze che prendono vita nella cucina con piatti quali la sfogliata di foie gras e vaniglia del Madagascar, baccalà con abitino nero di liquirizia o asparagi con spuma di arancia e zagara.

L'Istituto Guerlain

La boutique non sarebbe completo senza l'Istituto, che dal 1939 offre trattamenti di bellezza specializzati che integrano l'esperienza sensoriale in spa. Lo spazio rinnovato, con un giardino d'inverno pieno di orchidee, presenta un catalogo aggiornato che incide sul trattamento personalizzato. Qui è possibile scoprire il metodo di massaggio manuale facciale creato dall'azienda, oltre all'esclusivo metodo Actilift basato sulla tecnologia a ultrasuoni che fa sì che la pelle ritrovi il proprio splendore, offrendo a ogni cliente una perfetta alchimia tra estetica e piacere.

Top 5 Hotel